07
Mag

Come pulire i mobili in legno laccato

Se a casa hai dei mobili laccati, non importa se lucidi o opachi, ti consigliamo di porre una certa cura nella loro manutenzione.
I mobili laccati sono belli e offrono molti vantaggi, ma sono anche delicati. Con il tempo, infatti, potrebbero tendere ad ingiallirsi o mostrare un’antipatica patina di sporco.

Nessuna paura però!
Ecco qui 6 consigli utili per pulire i mobili laccati.
▪️Pulire subito: le macchie, specie quelle tipiche di quando si cucina (grasso, olio, schizzi) se lasciate per lungo tempo potrebbero aderire al materiale dell’anta;
▪️Evitare di essere aggressivi: specie di fronte a macchie ormai “sedimentate” la nostra tendenza sarebbe quella di usare spugne abrasive o detergenti aggressivi: da non fare assolutamente. Non utilizzare mai spugne abrasive, pagliette in acciaio, prodotto corrosivi, ammoniaca, candeggina, prodotti con acidità e anticalcare;
▪️Usare un panno morbido: bagnare con acqua tiepida un panno morbido che non rilasci pelucchi (ideale la microfibra o la pelle di daino) per lavare le superfici con prodotti specifici per il laccato;
▪️Attenzione all’utilizzo di alcool: l’alcool etilico è uno smacchiatore molto efficace, ma aggressivo. Può essere soltanto per la pulizia di mobili laccati lucidi (mai opachi!) e solo se molto diluito in acqua tiepida. Se mal utilizzato, l’alcol potrebbe compromettere il laccato lasciando aloni.
▪️Cosa fare se le macchie persistono: se lo sporco non vuol saperne di andare via, si consiglia un uso attento e moderato dell’alcool diluito o di prodotti come il Glassex multiuso senza ammoniaca o il Vetril. Se dopo aver pulito i mobili restano aloni o tracce, vuol dire che lo sporco non è stato eliminato del tutto, che sono stati utilizzati prodotti troppo aggressivi o che l’acqua è molto calcarea. In questo caso è bene pulire di nuovo la superficie con cura e asciugarla subito, facendo attenzione che il panno in microfibra non contenga tracce di detergente.
▪️Risciacquare e asciugare: un consiglio è quello di risciacquare sempre bene tutte le superfici e di asciugarle subito, sempre con un panno in microfibra o con pelle di daino. L’asciugatura all’aria non è consigliabile. Attenzione al panno utilizzato: non deve contenere tracce di detergente.